Trekking


NELL'ARCIPELAGO DELLE ISOLE EOLIE

dal 23 al 30 maggio 2020

A grande richiesta è stato rimesso in programma per il 2020 il trekking alle Isole Eolie.

Il programma dettagliato può essere richiesto in sede ma i posti (max 45 partecipanti) sono già stati presi d’assalto. Si farà tappa fissa a Lipari e si visiteranno nei sei giorni di trekking tutte le altre isole.

A partire dal 24 maggio infatti si visiterà dapprima l’isola di Vulcano con l’ascensione al Gran Cratere (391 m). Nel pomeriggio possibilità di fare i bagni di fango termale per poi immergersi nelle limpide acque delle spiagge nere (portare un costume vecchio o monouso per i fanghi). (Difficoltà E – Dislivello +400 m. – Durata totale 4 ore). Il 25 maggio è dedicato all’isola di Salina, isola chiamata anticamente Didyme (gemelli). L’escursione a piedi prevede il raggiungimento del Monte dei Porri (860 m.), uno dei due coni vulcanici dell’isola. (Difficoltà E – Dislivello +600 m. – Durata totale 5.30 ore).

Il 26 maggio nella mattinata trasferimento con barca privata sull’isola di Filicudi, l'antica Phoenicusa, dove l’itinerario prevede una passeggiata che congiunge le due frazioni dell’isola. Si prosegue con la navigazione costeggiando il versante ovest dell’isola di Filicudi per ammirare la grotta del Bue Marino, lo scoglio Giafante e il faraglione della Canna, con possibilità di bagni ristoratori. La navigazione raggiunge quindi l’isola più remota di tutto l’arcipelago, Alicudi. Priva di strade è attraversata da antiche mulattiere in pietra che conducono nella parte alta dell’isola per godere di un panorama mozzafiato. (Difficoltà T).

Il 27 maggio si arriva all’isola di Stromboli. Prima di sbarcare al porto di Scari, la barca costeggerà il piccolissimo centro abitato di Ginostra e la spettacolare Sciara del Fuoco. Nel tardo pomeriggio, inizio dell’ascensione al vulcano accompagnati da una guida vulcanologica, per assistere, al tramonto, alle suggestive esplosioni stromboliane dalla cima di Pizzo Sopra la Fossa (892 m.). (Difficoltà E – Dislivello +900 m. – Durata totale 7 ore). Il 28 maggio si resta a Lipari per raggiungere le cave di caolino per camminare lungo un sentiero che costeggia il mare e raggiunge le Terme di San Calogero. Il percorso si sviluppa sul versante orientale dell’isola, il meno antropizzato e quindi quello che conserva una maggiore valenza naturalistica. Raggiunte le Terme ci sarà una visita guidata all’interessante area archeologica. (Difficoltà E – Dislivello +300 m. – Durata totale 3 ore). Il 29 maggio trasferimento sull’isola di Panarea, il cui nome deriva da Panaraia (tutta sconnessa), ed è l'isola più piccola dell'Arcipelago delle Eolie con una superficie di soli 3400 Kmq. L’escursione prevede di raggiungere, partendo a piedi dal centro abitato di San Pietro, la cima di Punta del Corvo (421 m.), da cui si gode di una vista unica su tutto l’arcipelago. Si scende poi, con un percorso ad anello, verso Punta Milazzese dove visiteremo i resti del villaggio preistorico, per poi arrivare a Cala Junco e Caletta degli Zimmari. (Difficoltà E – Dislivello +500 m. – Durata totale 4.30 ore). Il 30 maggio mattinata libera a Lipari prima della p

artenza in aliscafo per il rientro a Milazzo e trasferimento in aeroporto a Catania per la partenza in aereo.


Anna Fabris


OFFA'S DYKE PATH - GALLES

dal 6 al 14 giugno 2020

Un antico regno, un misterioso manufatto, favolosi castelli e monasteri in rovina, piccole cittadine mediovali e spettacolari canali navigabili. Cammina con noi dall'estuario del Severn fino al mare d'Irlanda lungo il confine tra Galles ed Inghilterra. Il National Trail Offa's Dike, ti stupirà con la varietà dei suoi paesaggi e la storia che si respirà ad ogni passo.


Sabato 6 Giugno VIAGGIO ANDATA

Partenza in auto da Thiene sabato mattina 6 Giugno per Venezia volo su Bristol

Trasferimento in autobus dall'aeroporto a Bristol città, cambio per Chepstow circa 2 ore di viaggio

Arrivo a Chepstow sistemazione in Albergo. Visita al Castello di Chepstow e al centro cittadino. Cena e pernotto..


Domenica 7 Giugno – TAPPA 1 CHEPSTOW – ST BRIAVELS CASTLE

Dislivelli: in salita m 465 in discesa m 200 km 21 h 6,00

Dalla piccola cittadina adagiata sull'estuario del fiume Severn inizia il nosto cammino lungo il fiume, si risale per prati e poi per boschi fino al suggestivo Devil's Pulpit, punto panoramico sulla valle del Wye. Con ripida discesa si raggiunge l'abbazia di Tintern per una veloce visita. Dopo una meritata pausa. Si riprende il percorso seguendo il fiume camminando per pascoli spesso melmosi fino a raggiungere la A466 al Bigsweir Bridge. Abbandonato il sentiero si procede per quest'ultimo tratto su asfalto fino a raggiungere il villaggio di St Briavels con il suo Ostello.


Lunedì 8 Giugno – TAPPA 2 ST BRIAVELS CASTLE – Monmouth – Abergavenny – Pandy – LLANTHONY PRIORY

Dislivelli: in salita m 350 + 420 in discesa m 560 + 300 km 21 h 6,00

Da St Briavels Castle fino a Monmouth a piedi, poi autobus fino al Raglan Castle (visita), poi di nuovo autobus fino a Pandy, ed infine a piedi fino al priorato.


Martedì 9 Giugno – TAPPA 3 LLANTHONY PRIORY – HAY ON WYE

Dislivelli: in salita m 500 in discesa m 645 km 21 h 6,00

Percorso sulle Blackmountains, punto più alto di tutto il trek, con panorami sulla campagna circostante, si scende poi fino a raggiungere la nostra meta, l'elegante cittadina di Hay-on-Wye famosa per i numerosi bookshops.

Mercoledì 10 Giugno – TAPPA 4 HAY ON WYE – Kington - KNIGHTON

Dislivelli: in salita m 655 in discesa m 640 km 22 h 6,30

Partenza mattiniera per raggiungere in circa tre ore con mezzi pubblici la cittadina di Kington. Inizia poi la sezione del percorso che vede la costante presenza del terrapieno “Dyke” il percorso è collinare con saliscendi e panorami superbi, l'essenza dell'intero trail, un camminare antico, senza punti di ristoro fino all'obiettivo di giornata la città di Knighton.


Giovedì 11 Giugno – TAPPA 6 KNIGHTON – Chirk Castle - LLANGOLLEN

Dislivelli: in salita m 110 in discesa m 140 km 15 h 5,00

Ancora una levataccia per prendere il treno che ci porterà in circa due ore alla stazione di Chirk. Con tre km di camminata raggiungiamo castello di Chirk per la visita. Si riprende quindi il nostro trek il percorso ci conduce ad attraversare il fiume Dee grazie all'acquedotto costruito alla fine del 1700 da Thomas Telford. Si tratta di on'opera ingegneristica notevole, patrimonio UNESCO dal 2009. Dopo la pausa pranzo si prosegue abbandonando momentaneamente l'Offa's Dyke Path per seguire il canale navigabile sino a Llangollen, uno dei maggiori centri turistici della zona e nostro posto tappa.


Venerdì 13 Giugno – TAPPA 7 LLANGOLLEN - LLANARMON

Dislivelli: in salita m 750 in discesa m 600 km 19 h 5,30

Si lascia Llangollen, risalendo subito il pendio a nord della città. Dopo una breve visita ai ruderi del Dinas Bran Castell incrociamo nuovamente il nostro trail che prendiamo girando a sinistra. Il percorso è ora meno impegnativo e costeggia il fianco delle colline fino alla World's End.' Si entra poi nella Llandegla Forest per scendere brevemente all'omonimo villaggio situato su un vasto altopiano, frequentato fin dai tempi preistorici. Si ricomincia a salire passando attraverso alcune Farm fino a raggiungere una forestale che abbandoniamo per scendere al piccolo e accogliente villaggio di Llanarmon posto tappa.


Sabato 14 Giugno – TAPPA 8 LLANARMON – BODFARI – PRESTATYN - CHESTER

Dislivelli: in salita m 1050 in discesa m 1070 km 23 h 6,30

Sveglia all'alba, si riguadagna il sentiero principale, poi un percorso ricco di saliscendi a volte impegnativi ci permette di scoprire insediamenti storici, e panorami straordinari che spaziano fino al mare d'Irlanda. A metà del tragitto, raggiungiamo anche la montagna madre “Moel Famau” m. 554 con la sua Jubilee Tower. Le nostre fatiche finiscono a Bodfari villaggio servito dai mezzi pubblici. In autobus si raggiunge Prestatyn, per una passeggiata fino al mare termine ufficiale del trail, prima di prendere il treno per Chester dove si pernotta.

Domenica 15 Giugno VIAGGIO DI RIENTRO

Con mezzi pubblici si raggiunge l'aeroporto di Manchester per il volo di rientro.


A CEFALONIA E ITACA, TRA STORIA, LEGGENDA E REALTA'

dal 3 al 10 settembre 2020

Nel 2020 proveremo anche a spingerci in Grecia con una breve tappa d’appoggio a Cefalonia che ci permette poi di raggiungere la mitica Itaca, simbolo dell’avventura, e nello stesso tempo della nostalgia di casa, della fermezza e della fedeltà coniugale: Itaca è conosciuta nel mondo intero come l’isola di Ulisse, l’eroe omerico.

Itaca è una piccola isola dello Ionio, con 96 Kmq di superficie e 101 Km di coste. Si trova a nord-est di Cefalonia, dalla quale è separata da uno stretto passaggio, largo appena 3,5 Km. Isola montuosa, piena di verde e di bellissime baie profonde. Una di esse Mòlos, circa al centro dell’isola, penetra tanto profondamente all’interno da creare una strozzatura larga appena 0,5 Km, quasi dividendo l’isola di Itaca in due.

Il trekking: l’isola, per quanto piccola possa apparire, è dotata di una considerevole e ben manutenuta rete di sentieri grazie al volontariato di alcuni giovani, e al contributo economico di alcune associazioni internazionali, anche italiane. Tuttavia, le camminate prevedono itinerari misti anche su asfalto, oltre che su mulattiere, e sentieri dei pastori; tra uliveti e macchia mediterranea, tra piccoli paesi, e panorami mozzafiato. Sosteremo sulle spiagge di baie selvagge, dagli splendidi fondali turchesi, visitando monasteri aggrappati alle vette, e naturalmente, tutti i siti archeologici che vengono considerati testimonianze omeriche. Dato il periodo ci sarà sempre anche il tempo per un bel bagno.

Anche per questo trekking è previsto di dormire sempre in hotel e sarà compito dell’organizzazione provvedere al trasferimento dei bagagli da un hotel all’altro. Durante il giorno si camminerà esclusivamente con lo zainetto di giornata ed i pranzi saranno tutti al sacco.

Le escursioni avranno una durata variabile dalle 3 alle 5-6 ore ma con dislivelli contenuti.

Il programma dettagliato è disponibile in sede. Sono ammessi al max 25 partecipanti.

descrizione