Trekking


TREKKING A MADEIRA (Portogallo)

dal 27 maggio al 3 giugno 2018

Definita la “Perla dell’Atlantico” Madeira è un lussureggiante paradiso montuoso generatosi a seguito delle eruzioni vulcaniche di migliaia di anni fa.

L’isola offre un’ampia possibilità di escursioni lungo i 1.800 metri delle pendici del Pico Ruivo, la vetta più alta dell’isola.

Le acque oceaniche circostanti, dal blu intenso, sono così profonde che le balene si avvicinano indisturbate alla costa.

La capitale dell’isola, Funchal, è un centro con proposte culturali e attrattive notevoli, come la Cattedrale Sé del XV sec. ed il Museum da Quinta das Cruzes.

Durante le nostre escursioni saremo sempre accompagnati da una guida locale, che ci aiuterà anche ad ammirare la splendida fioritura dell’isola nel periodo primaverile.

Per spostarci dal nostro albergo all’inizio delle escursioni si useranno i mezzi locali.

Si tratta di escursioni medio- facili, della durata di 3-5 ore, adatte a chi ha un minimo di allenamento e abitudine al cammino.

Il programma dettagliato, con i costi, si troverà in sede a partire dal mese di gennaio, quando si aprono le iscrizioni.

Anna Fabris


TREKKING LUNGO I SENTIERI DEI MONTI IBLEI E DELLE RISERVE NATURALI DELLA SICILIA MERIDIONALE

dal 27 ottobre al 3 novembre 2018

27/10: Ragusa Ibla

Arrivo dei partecipanti in aeroporto a Catania e successivo trasferimento a Ragusa Ibla. Sistemazione nelle case del centro storico secondo la formula dell’ospitalità diffusa. Presentazione del programma e visita guidata del paese, dichiarato nel 2002 (insieme alla Val di Noto) Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Ragusa Ibla è uno luoghi più importanti in assoluto per la presenza di preziose testimonianze d’arte barocca. Cena in ristorante e pernotto. Giornata culturale

28/10: Cave S. Leonardo, Misericordia e Mastratto

Escursione ad anello con partenza a piedi da Ragusa Ibla, che ci porta ad attraversare tre differenti Cave: S Leonardo, Misericordia e Mastratto. L'altopiano ibleo si distingue per l'aspetto prevalentemente agricolo del territorio, ricco di numerosi fiumi e torrenti che hanno scavato, grazie anche a delle faglie, profonde forre e gole a volte con andamento molto sinuoso, localmente chiamate Cave. Cena in ristorante e pernotto.

Difficoltà: E – Dislivello: +600 m. – Durata totale: 7 ore

29/10: Cava d’Ispica - Modica

Escursione ad anello con trasferimento a Cava d'Ispica. Vallata fluviale che per circa 13 km incide l'altopiano ibleo, tra le città di Modica e Ispica. La vallata, immersa nella tipica vegetazione della macchia mediterranea, custodisce necropoli preistoriche, catacombe cristiane, oratori rupestri, eremi monastici e nuclei abitativi di tipologia varia. Pranzo a buffet in un piccolo rifugio all’interno di Cava D’Ispica.

Nel pomeriggio passeggiata a Modica, anch’essa dichiarata Patrimonio dell'Umanità per il suo centro storico ricco d’architetture barocche. Durante la passeggiata visiteremo anche la pasticceria artigianale “Casa Don Puglisi” dove si potrà assaggiare la famosa cioccolata modicana.

“Casa Don Puglisi”, intitolata al prete siciliano vittima innocente di mafia, è anche un progetto d’accoglienza di donne disagiate o che hanno subito violenze. Cena in ristorante e pernotto.

Difficoltà: E – Dislivello: +400 m. – Durata totale: 5 ore

30/10: Grotta delle Trabacche - Castello di Donnafugata - Scicli

Visita guidata alla grotta delle Trabacche; non si tratta di una grotta naturale bensì di una piccola catacomba scavata negli altipiani calcarei che caratterizzano i Monti Iblei. A seguire visita guidata al castello di Donnafugata, non un vero e proprio castello medievale bensì una sontuosa dimora nobiliare del tardo '800, spesso usata come set per numerosi film, fra i quali il Gattopardo. Nel pomeriggio trasferimento sulla costa in località Punta Secca, dove vive e nuota il Commissario Montalbano. Dopo l’eventuale nuotata ci si sposta a Scicli. Passeggiata lungo la monumentale città barocca Patrimonio dell'Umanità . « È la più bella città che abbiamo mai visto. Più di Piazza Armerina, più di Caltagirone, più di Ragusa, più di Nicosia, e più di Enna... Forse è la più bella di tutte le città del mondo. E la gente è contenta nelle città che sono belle... » (Elio Vittorini , Le Città del Mondo , 1969). Cena in ristorante e pernotto. Giornata culturale

31/10: Riserva Naturale Cava Grande del Cassibile - Noto

Escursione ad anello con trasferimento all’ingresso della Riserva Naturale Cava Grande del Cassibile. Istituita nel 1990 l'area protetta ingloba un tratto lungo circa 10 km del corso fluviale del Cassibile, uno dei più importanti fiumi della Sicilia sud orientale, che incassandosi fortemente tra le rocce del tavolato ibleo genera un canyon profondo in alcuni tratti oltre 250 metri, dalle ripide pareti fittamente vegetate. Non esistono probabilmente altri paesaggi fluviali come questo in Sicilia! All’eden dovettero pensare le popolazioni sicule che qui vennero a rifugiarsi, per sfuggire ai dominatori che li incalzavano. Cava Grande del Cassibile, al pari di Pantalica cui è territorialmente vicina, conserva tesori archeologici di grandissimo valore, che testimoniano l’avvicendarsi di popolazioni dalla preistoria sino all’epoca bizantina. Lungo il percorso numerose saranno le piscine naturali formate dal fiume dove ci si potrà immergere.

Nel pomeriggio trasferimento a Noto e successiva visita guidata della capitale del barocco, Patrimonio dell’Umanità, ricca di tanti monumenti e beni culturali, tra tutti la cattedrale. Cena in ristorante e pernotto.

Difficoltà: E – Dislivello: + 400 m. – Durata totale: 5 ore

01/11: Riserva Naturale di Vendicari - Marzamemi - Capo Passero - Capo delle Correnti

Escursione con trasferimento alla Villa Romana del Tellaro, ricca residenza extraurbana della tarda età imperiale che si trova nei pressi di Noto, famosa perché al suo interno sono conservati degli splendidi mosaici risalenti alla seconda metà del IV secolo d.c.

Successivo trasferimento in pullman all'ingresso della Riserva Naturale di Vendicari. Istituita nel 1984 è oggi una delle zone umide più rappresentative d'Europa, la sua importanza dal punto di vista naturalistico è internazionalmente riconosciuta. Centinaia sono le specie d’uccelli che la scelgono ogni anno come luogo di sosta nel viaggio verso le zone di riproduzione.

La riserva è uno dei pochi luoghi in cui è ancora possibile osservare la tipica macchia mediterranea in tutto il suo splendore. L'escursione prevede di partire dall'ingresso principale e di raggiungere l'uscita nord di Eloro, costeggiando il Pantano Piccolo e quello Grande e fermandosi per fare il bagno nella suggestiva e limpida Calamosche. Nel pomeriggio visita di Marzamemi piccolo borgo di pescatori, Capo Passero e Capo delle Correnti, estrema punta meridionale della Sicilia continentale. Cena in ristorante e pernotto.

Difficoltà: E – Dislivello: +100 m. – Durata totale: 3 ore

02/11: Riserva Naturale di Pantalica, Valle dell’Anapo e Torrente Cava Grande

Escursione ad anello con trasferimento all’ingresso della Riserva Naturale di Pantalica. La riserva istituita nel 1997 è ricca di elementi di straordinario interesse naturalistico, archeologico ed etnoantropologico che fanno di Pantalica un sito sicuramente unico al mondo. Nelle pareti a strapiombo sul fiume Anapo si trova, scavata nella roccia calcarea, la necropoli più grande d’Europa, un alveare di 5.000 tombe. Lungo il percorso ci sarà la possibilità di immergersi nel fiume. Cena in ristorante e pernotto.

Difficoltà: E – Dislivello: +500 m. – Durata totale: 5.30 ore

03/11: Siracusa

Trasferimento a Siracusa che non poteva non essere insignita anche lei del titolo di Patrimonio dell'Umanità, dato il suo notevole e numeroso patrimonio archeologico culturale ed artistico. Visita guidata di Ortigia, del Duomo e del parco archeologico della Neapolis, dove al suo interno si trovano il teatro Greco, l'orecchio di Dionisio e le Latomie.

Nel pomeriggio, se possibile, ci si trasferisce nella Riserva Naturale del Fiume Ciane e delle Saline di Siracusa. Piccola riserva istituita nel 1984 a ridosso della città è orientata alla salvaguardia del papiro lungo il corso del fiume Ciane ed alla conservazione dell'ambiente delle "Saline". Breve navigazione, con barche apposite, lungo il corso del fiume per ammirare la lussureggiante vegetazione circostante dominata da numerose piante di papiro.

Trasferimento in aeroporto a Catania per la partenza.

Giornata culturale


Il programma dettagliato si trova in sede CAI dove si raccolgono anche le iscrizioni.

Anna Fabris

descrizione